Falso Parmigiano Reggiano: arriva il kit per farlo da soli

Falso Parmigiano Reggiano: arriva il kit per farlo da soli

È in vendita il kit per falsificare i più famosi formaggi italiani. Consente di produrre in casa fino a 19 kg di Parmigiano tarocco

La produzione di falso Parmigiano Reggiano e Grana Padano ha superato nel mondo quella degli originali. Da poco addirittura è venduto online il “Kit Romano Parmigiano” che promette di ottenere il formaggio parmesan in casa in appena 2 mesi. 

I formaggi italiani sono tra i prodotti italiani più imitati. All’estero è facile trovare Parmesan, Parmesao, Grana Parrano, Reggianito, Parmesito e per gli stranieri è difficile riconoscere il vero Made in Italy. Molti produttori approfittano, così, di questa situazione, generando un giro di affari che arriva addirittura a 60 miliardi di euro. L’Italian Sounding sta, così, sottraendo ingenti quote di mercato alle aziende italiane, in particolare quelle che producono Parmigiano Reggiano e Grana Padano. 

L’industria del falso è particolarmente florida negli Stati Uniti, dove il mercato delle imitazioni dei formaggi italiani ha avuto una crescita esponenziale negli ultimi 30 anni. Una situazione che rischia di aggravarsi con il via libera del Wto ai dazi proposti da Trump. L’applicazione dei dazi USA, oltre ad arrecare danni notevoli all’export, finirebbe dunque con l’avvantaggiare queste realtà, dando una spinta notevole alle imprese Usa e facendo registrare una forte battuta d’arresto a quelle italiane.

Questa situazione, però, non coinvolge solo gli Stati Uniti, perché sono diversi i paesi all’estero dove i prodotti alimentari vengono spacciati per italiani pur non essendo tali. In Canada, dove il Ceta ha legittimato la produzione e la vendita del falso Parmigiano Reggiano con il nome di Parmesan.

La diffusione del falso Made in Italy ha ridotto lo spazio ai prodotti originali dall’Italia e lo dimostra il fatto che il  Canada festeggia l’anniversario con la produzione nel primo semestre del 2019 di ben 6,3 milioni di chili di falso Parmigiano Reggiano (Parmesan), in aumento del 13% rispetto allo stesso periodo del 2018. Crollo devastante delle esportazioni di Grana Padano e Parmigiano Reggiano in Canada che si sono ridotte praticamente di 1/3 (-32%), scendendo a soli 1,4 milioni di chili nel primo semestre del 2019, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Come fare per smascherare il falso Parmigiano Reggiano e Grana Padano

Ovviamente il marchio del Consorzio e la scritta sulle forme dovrebbe essere una garanzia sufficiente. Ma come riconoscere le contraffazioni? Sulla questione è intervenuto un team di ricercatori dell’Università Cattolica di Piacenza, che ha messo a punto un sistema ideato ad hoc per smascherare i “falsi”. Si tratta di un lavoro effettuato in laboratorio che sfrutta un sistema di analisi chimiche nota come “analisi metabolomica”. Si tratta dunque di un test volto a riconoscere quei processi chimici che caratterizzano tipicamente i prodotti DOP e che non sono invece presenti nei falsi formaggi.

Anche con l’App Authentico è possibile capire se si sta acquistando un vero Parmigiano Reggiano o Grana Padano. Con la scansione del codice a barre sul prodotto si può sapere se il prodotto è Made in Italy o no. Inoltre se ci troviamo di fronte ad un tarocco grazie all’app Authentico è anche possibile fare una segnalazione, con una foto del prodotto, che aiuterà gli altri consumatori a non farsi ingannare dai falsi parmesan in giro.