Accordo Ice-Alibaba: perchè può essere una svolta per l’export del Made in Italy in Cina?

Accordo Ice-Alibaba: una svolta per l'export del Made in Italy in Cina?

Il Made in Italy si muove alla conquista del mercato cinese grazie all’ accordo Ice-Alibaba. Nasce helloITA per favorire l’export delle aziende italiane attraverso l’innovazione digitale. Perché è importante salire a bordo

“Apriti sesamo”: la formula magica per aprire la caverna piena di tesori esiste davvero. E l’ha inventata, nel 1999, Jack Ma, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Alibaba che significa appunto “apriti sesamo”. Alibaba un nome semplice da pronunciare, ma che apre alle aziende una miriade di possibilità per affermarsi sul mercato cinese, e non solo.

Per questo motivo l’Agenzia ICE (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane) ha dato il via ad una partnership con Alibaba Group. L’obiettivo? Favorire l’export delle imprese italiane, sostenendo la diffusione dei prodotti, parallelamente alla cultura del “Made in Italy” in Cina, attraverso l’innovazione digitale.

Grazie all’accordo Ice-Alibaba è stata aperto, il 5 settembre, su Tmall (sito e-commerce per la vendita B2C, business to consumer, del gruppo Alibaba) un padiglione virtuale, “helloITA”, dedicato alle aziende italiane che intendono espandere la propria presenza sul mercato cinese. Ad oggi le aziende che hanno aderito al progetto sono oltre 80, provenienti dal settore moda, cosmesi, home&design, lifestyle, agroalimentare e vini. HelloITA è accessibile agli oltre 570 milioni di consumatori attivi delle piattaforme b2c di Alibaba, Tmall e Tmall Global. 

Rodrigo Cipriani Foresio, Managing Director Alibaba Italy, Spain, Portugal and Greece & General Manager of Europe, Tmall Business Development, ha commentato: “helloITA è il primo progetto di questo tipo realizzato in collaborazione con un partner governativo ed è pertanto una grande soddisfazione vederlo prendere vita sulla piattaforma Tmall di Alibaba. La valorizzazione del Made in Italy non solo come eccellenze di prodotto ma anche come diffusione di cultura, tradizioni e artigianalità è da sempre una priorità nel nostro lavoro e siamo orgogliosi di essere il partner di fiducia di Ice e delle tante aziende italiane, tra cui molte Pmi, lungo il loro percorso di digitalizzazione, internazionalizzazione e apertura al mercato cinese.”

Tmall è attualmente uno dei più grandi siti di e-commerce al mondo, con oltre 500 milioni di utenti attivi ogni mese e tra i 20 siti più visitati al mondo e la Cina è indubbiamente il mercato più promettente per l’e-commerce: si stima che le vendite retail online viaggiano con un trend annuo di crescita del +33%, fino al 2021. Una crescita esponenziale trainata soprattutto dai Millenials (18-35 anni) più abituali all’acquisto sul canale digitale che rappresentano oltre il 72% degli acquirenti di fascia alta.

I giovani istruiti dell’upper middle class cinese, che vivono prevalentemente nelle metropoli, non hanno tempo e voglia di andare al supermercato e preferiscono acquistare online. Il grande portale di commercio elettronico Alibaba rappresenta, quindi, una grande opportunità per le imprese italiane. Il consumatore cinese, inoltre, attribuisce valore alla spedizione proveniente direttamente dall’Italia, nonostante le tempistiche di consegna.

Il gigante asiatico sta diventando un mercato sempre più interessante soprattutto per il food Made in Italy: i dati Istat per il 2017 segnalano una crescita del 18%, rispetto al 2016, dell’export di cibi e bevande italiane. I dati più significativi riguardano formaggi, olio di oliva, vini e pasta. 

Per le imprese italiane che vogliono investire nell’e-commerce, la quota necessaria a generare traffico e visibilità è certamente onerosa, sia in termini finanziari che di competenze. HelloITA è, quindi, un’occasione unica per affermarsi in un mercato così vasto e ricco, soprattutto per colmare il gap di conoscenza sull’Italia e le sue eccellenze, presente in alcune fasce di acquisto di consumatori cinesi. La conoscenza limitata dei prodotti Made in Italy può rappresentare una minaccia per le aziende agroalimentari italiane perché costituisce, di fatto, un vantaggio per i produttori di falso cibo italiano (Italian Sounding) che hanno gioco facile ad ingannare i consumatori.


Ti potrebbe interessare: In Cina i prodotti Made in Italy sono conosciuti solo dalla metà dei benestanti

L’ accordo Ice e Alibaba punta dunque alla valorizzazione del Made in Italy, non solo come eccellenze di prodotto, ma anche come diffusione di cultura e tradizioni, attraverso un canale d’accesso unico ed ad alta visibilità nel grande mercato cinese. Investire nel web in Cina vuol dire assicurare un’accelerazione complessiva del proprio business, un percorso obbligato per la competitività del Made in Italy.